venerdì, luglio 07, 2006

Perchè non ora?


Quando esattamente mi sia affiorato il pensiero di andare di persona fino in Scozia non lo ricordo.
Tutto è cominciato con una domanda: "Cosa potrebbe impedirmi di partire?" subito seguita da un'altra: "Cos'ho da perdere?".
La risposta a entrambe le domande era la stessa: "Niente. Assolutamente niente".
Da tempo il Rustica era pronto per la partenza. [...] In definitiva, ero io la causa del ritardo. Avevo aspettato a lungo quello che chiamavo il momento "giusto" per partire, ma avevo cominciato a temere che non sarebbe mai arrivato.
Perchè non ora?
L'occasione si era presentata, anche se ero convinto che l'ccasione fosse solo un pretesto.

(Bjorn Larsson, Il cerchio celtico)

È vero. Ogni tanto, quando dobbiamo prendere una decisione importante, dovremmo chiederci: "Cos'ho da perdere? Perchè non ora?"

N.d.S. (nota di Simone): lo so, in questi giorni sto postando a raffica frasi prese dal Cerchi Celtico, il libro che, come probabilmente avrete capito (i miei venticinque lettori sono molto intelligenti), sto leggendo in questo momento. Questo libro è pieno di frasi carine che fanno riflettere, e quindi qui sul blog stanno benissimo. Tant'è che ultimamente, visto che leggo in metropolitana, vado in giro con una matica sempre in tasca per segnarmi le frasi più belle da postare qui. Cosa non si fa per i propri venticinque lettori, eh?

2 Commenti:

Anonymous Blukas ha detto...

Mah.. secondo me non bisognerebbe sempre chiedersi "Cosa ho da perdere o cosa ho da guadagnarci?"
Insomma facendo cosi si rischia di razionalizzare tutto e spesso le cose più belle, le esperienze migliori, i sentimenti più grandi sono quelli che capitano all'improvviso senza troppe decisioni a riguardo!

...e ne ho avuto prova proprio stamattina!

07 luglio, 2006 12:24  
Blogger somis ha detto...

si...
quello che intendevo io era che in molti casi non facciamo qualcosa perchè abbiamo paura di perdere qualcosa o che non sia il momento giusto.
se invece ce lo chiedessimo, capiremmo che spesso quelle sono solo nostre paranoie e ci butteremmo di più...
forse intendevamo la stessa cosa, ma con parole diverse... no?

07 luglio, 2006 12:27  

Lascia un commento

<< Home